editing

Mobile editing: le migliori applicazioni

Spread the love

Di applicazioni per il mobile editing ne è pieno il mondo. Ma quali sono le migliori applicazioni per il mobile editing? Come correggere le proprie fotografie ovunque tu sia senza però perdere qualità? Soprattutto per chi viaggia, questo è un argomento non da poco, e ha bisogno di un editing veloce, pratico ma sempre valido. Oggi ti consiglio

Le 3 migliori applicazioni per editare le tue foto da cellulare.

Lightroom Mobile

lightroom, applicazione per il mobile editing

Lightroom è sempre stato, esattamente come Photoshop, un software per professionisti del settore grafico e fotografico, ed entrambi sono sempre stati sfruttati su computer.

La raccolta di fotografie

Appena installato ti chiederà di creare una raccolta di fotografie, a cui potrai aggiungere tutti i file che vuoi. Organizzare al meglio le cartelle significa trovare rapidamente le foto in seguito. Io per esempio creo raccolte in base o a luoghi, oppure al genere fotografico. Still Life, Collaborazioni, Ritratti, o i vari luoghi visitati. Fatto ciò, scegli una foto qualsiasi che vuoi editare.

I pannelli di Lightroom

Il primo pannello a disposizione è proprio quello delle modifiche selettive: se vuoi sfumare una zona precisa, creare zone più esposte e altre meno esposte, questo è il pannello da usare.
A seguire il pannello ritaglia. Puoi ritagliare la  foto, ruotarla, rifletterla, raddrizzarla. Trovi anche un comodo goniometro che indica in maniera molto efficiente i gradi per le rotazioni.
Ancora dopo ci sono i predefiniti, quelli che in inglese vengono comunemente chiamati preset. Sono delle impostazioni rapide da applicare cliccando semplicemente sul preset che scegli. Un po’ come le azioni di photoshop per capirci. (Se vuoi approfondire l’argomento, ti lascio questo articolo in cui spiego perchè non abusarne)

Pannello Luce e Colore

Il pannello Luce è il più importante in assoluto. Aiuta a calibrare Esposizione, Contrasto , Luci (alte luci in realtà), Ombre, i Bianchi (quanto la zone chiare devono essere brillanti, facciamo spostare la zona destra dell’istogramma più a sinistra per capirci) e lo stesso per i neri, utile quando la foto è troppo buia. E con questo si esaurisce il pannello luce che in realtà ti dà già una gran mano nelle regolazioni.

Pannello Colore: regoliamo la temperatura (colori più caldi più freddi), la tinta (ovvero la dominante verde o rosa) e la vividezza dei colori (non esagerare mai, altrimenti diventa molto posticcia) e la saturazione.

Pannello Effetti

Pannello Effetti: possiamo regolare la chiarezza (o nitidezza della foto. Non esagerare altrimenti il rumore digitale aumenta e soprattutto si alterano i colori), la riduzione della foschia, e la vignettatura nel caso ti piaccia questo effetto (a me francamente, no).

Vantaggi di Lightroom

Il vero grande vantaggio di Lightroom sta nel fatto che si può andare ad agire e modificare ogni singolo colore, sia per tonalità che per saturazione. Esattamente come nella versione desktop dell’app, e non tutte le applicazioni per il mobile editing lo consentono . E questo aspetto fa tantissimo la differenza in una fotografia. Ultimo grande vantaggio di questa applicazione è che ha una fotocamera integrata (si pure VscoCam ce l’ha, mi dirai) ma in realtà la grande caratteristica di questa fotocamera è che strizza l’occhio a una fotocamera manuale: permette di regolare qualche parametro come l’esposizione, il bilanciamento bianco, e potete applicare già qualche filtro in automatico.

VscoCam

VscoCam, applicazione per il mobile editing

Super conosciuta, anche super usata. Davvero, non ci sarebbe neanche bisogno di aggiungerla a questa lista. Ma mi sono resa conto che non tutti conoscono le grandi potenzialità di questa applicazione. Soprattutto nella sua versione aggiornata. VscoCam è il mobile editing per antonomasia.

I presets

Grande cavallo di battaglia di VscoCam sono i preset, una serie di filtri messi a disposizione in forma del tutto gratuita che applicano istantaneamente una serie di correzioni alla tua fotografia. Questo dà sicuramente una certa personalità alla tua foto, ma l’applicazione non si ferma soltanto a questo aspetto. Il pannello delle modifiche è stato notevolemente migliorato. Guardiamolo insieme.

pinterest_image
VscoCam, applicazione per il mobile editing
Pannelli di VscoCam

Pannelli di VscoCam

In ordine troviamo:

  • Esposizione: per aumentare o diminuire la luminosità della foto
  • Contrasto: per aumentare lo stacco tra bianchi e neri
  • Regola: questa è un’ottima aggiunta. Si può ritagliare la foto ma anche ruotarla e aggiustare la prospettiva
  • Nitidezza: per aumentare il dettaglio della tua foto
  • Saturazione: aumentare la vividezza dei colori o abbassarla
  • Tonalità: trovi le ombre (rendere più patinata o più “nera” la tua foto) e le alte luci.
  • Bilanciamento bianco: correggi la temperatura (quindi foto più calda o più fredda) e la tinta (più rosa/più verde)
  • Tonalità pelle: per pelle più aranciata o più rosata
  • Vignetta: rende più buio il contorno della fotografia, si chiama appunto vignettatura
  • Grana: aggiungere alla foto una grana artificiale per riprodurre l’effetto delle vecchie fotografie.

VscoCam: i vantaggi

Sicuramente è un’applicazione che dà grande consistenza alle fotografie, ti aiuta a creare uno stile particolare e personalizzato. E’ la regina indiscussa dei filtri e del mobile editing per le masse. Se hai bisogno di grosse modifiche, però, non è l’applicazione giusta per te. Quella giusta è Snapseed.

Snapseed

Snapseed, applicazione per il mobile editing

Per me è la più potente tra le applicazioni di mobile editing. Ha un pannello di correzioni davvero immenso, io per prima ne scopro ancora oggi nuove caratteristiche e funzionalità. Spiegartele tutte non solo sarebbe impossibile, ma anche inutile. Il suo grande vantaggio sta proprio nel fatto che mamma Google ha messo a disposizione un rapido tutorial appena apri per la prima volta l’applicazione, e poi una guida più dettagliata per chi vuole scoprire tutte le funzionalità del programma. Ti lascio quindi la guida di Snapseed che è decisamente più precisa ed esaustiva di me. Non posso fare a meno di questa applicazione. Anche se edito esclusivamente le mie foto da computer, prima di pubblicarle effettuo comunque qualche altro piccolo ritocco da cellulare. Il vantaggio? Puoi salvare le tue modifiche come se fossero filtri, in modo di applicarle tutte le volte che vuoi.

Funzionalità

Sicuramente le funzionalità che uso più spesso sono la regolazione di base dell’esposizione (aggiusto sempre ancora un po’ luminosità, contrasto e saturazione) e la nitidezza. Eccezionale lo strumento di correzione, viene usato anche per il ritocco del volto per rimuovere imperfezioni più o meno lievi. Se invece ti serve qualcosa di più strong, allora c’è TouchRetouch.

Touch Retouch

TouchRetouch, applicazione per il mobile editing

Il suo scopo principale è quello di rimuovere dalla fotografia oggetti indesiderati, come persone, una ringhiera, un cavo che disturba la scena. Tutte quelle volte che c’è un elemento di disturbo, un’imperfezione del viso, quest’applicazione ti viene in soccorso. Anche per chi è un professionista, e non ha voglia di aprire Photoshop e lavorare di timbro clone. Ha la capacità di accontentare tutti, dal neofita al professionista. L’interfaccia è davvero semplice ed intuitiva, e con un po’ di pratica e pazienza si possono ottenere risultati davvero incredibili. Mobile editing si, ma di altissimo livello.

Darkroom

DarkRoom, applicazione per il mobile editing

Questa è una chicca per soli utenti iOS (ma non disperate, di solito dopo poco tempo queste app arrivano anche a noi Androidiani!) . E’ uno strumento davvero molto potente, che permette di migliorare le foto già in fase di scatto, attraverso il controllo digitale della profondità di campo (per sfocare maggiormente lo sfondo). Per il resto strizza molto l’occhio al suo fratello maggiore Lightroom, soprattutto per come sono gestite graficamente le varie funzionalità. I filtri in dotazione sono molti vibranti e davvero belli.

Direi proprio che di alternative al classico VscoCam te ne ho date un bel po’, ora dimmi, qual è la tua app preferita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: